workshop/eventi



Non è indispensabile raggiungere mete estere e lontane al fine di osservare specie animali e vegetali spettacolari ed interessanti: a volte, queste si nascondono alla vista umana ma vivono a pochi passi dalle case anche in Italia. Il nostro Paese infatti vanta una biodiversità eccezionale, essendo popolato anche da molte entità endemiche (cioè esclusive) di questo territorio, seppur antropizzato. Cambiare la propria scala di osservazione permette di ritrovare soggetti adatti alla fotografia naturalistica anche in pochi metri quadri di prato o bosco. Durante questo workshop ci muoveremo nella zona dell’Appennino modenese per trovare soggetti adatti alla macrofotografia: rare orchidee spontanee, insetti e altri piccoli animali, dettagli di foglie.

Il capanno del picchio si trova in un bosco nell’appennino modenese, ad un’altitudine di circa 900 mt., composto principalmente da carpini neri, carpini bianchi, roverelle, castagni e noccioli. La fauna è molto numerosa: è frequentato da tutti gli ungulati caratteristici dell’appennino settentrionale (in particolare tasso, istrice, faina, scoiattolo, daino, capriolo, cervo e occasionalmente viene visitato dal lupo) e da interessanti specie di avifauna tra cui picchio rosso maggiore, picchio verde, rampichino comune, picchio muratore, cinciallegra, cincia bigia, fringuello, sparviere e allocco.

per informazioni : info@antoniomacioce.it 


Dal 26 novembre 2021, il capanno del picchio sarà disponibile per sessioni di fotografia notturna ad animali.
Per ricevere il pdf informativo: info@antoniomacioce.it